5 gesti (+1) per rendere più sostenibile la tua vita sessuale

Jun 07, 22

5 gesti (+1) per rendere più sostenibile la tua vita sessuale

Anche la nostra vita sessuale ha un impatto sul Pianeta. 

Sì, perché se pensiamo che la nostra impronta ecologica si limiti solo a quante volte viaggiamo in macchina o in aereo, a quanto spesso mangiamo la carne durante la settimana o a quante volte scegliamo la borraccia anziché una bottiglia in plastica, beh, ci sbagliamo. 

Quando decidiamo di intraprendere un percorso verso uno stile di vita più sostenibile, dobbiamo tenere in considerazione tutti gli aspetti della nostra quotidianità, e la sessualità, che sia individuale o condivisa, ne è una parte importante.

Ad esempio, lo sapevi che ogni anno vengono prodotte quasi 150mila tonnellate di rifiuti dallo scarto di vibratori, dildo, lubrificanti e preservativi?

O che i materiali che compongono la maggior parte dei sex toys sono non riciclabili e inquinanti? O, ancora, che le filiere di produzione di questi oggetti destinati al piacere spesso non sono controllate e non tutelano né i lavoratori né il territorio?

Non possiamo più fare le nostre scelte di acquisto alla leggera e comprare qualcosa senza valutare il suo impatto. Ma c’è una buona notizia: abbiamo a disposizione diversi modi per rendere la nostra vita sessuale più sostenibile!

Eccone qui 5 (+1!)

1) Scegli sex toys più rispettosi del pianeta

Non esistono vibratori totalmente sostenibili (per ora), ma esistono prodotti a base di bioplastica vegetale che, al contrario delle plastiche più classiche, inquina molto meno. Ne è un esempio il vibratore bullet Gaia, che oltre ad essere in bioplastica a base vegetale BioFeel, non contiene profumi, ftalati, paraffine o lattice. La sua batteria, inoltre, è ricaricabile e rappresenta quindi una soluzione più sostenibile rispetto alle normali pile usa e getta.

Un’alternativa ce la offrono anche i dildo in pietra oppure i dildo realizzati in vetro che, come quello proposto da Glas, sono composti da vetro borosilicato, un materiale di alta qualità, resistente alle fratture e 100% biocompatibile. In generale, lasciati guidare sempre dall’alta qualità dei prodotti e dalla loro durevolezza nel tempo!

2) Indossa lingerie sexy ma sostenibile

Sebbene la maggior parte dei prodotti di lingerie e fetish siano ancora realizzati in pelle, PVC e fibre artificiali, esiste un numero crescente di alternative sostenibili che vale la pena esplorare. Il brand francese Olly, ad esempio, è un marchio indipendente, detenuto da due giovani imprenditrici, Mathilda e Clémentine.

Il brand propone diverse linee di intimo, disegnate e realizzate in Europa attraverso una filiera controllata. La loro azienda nasce con lo scopo di proporre sul mercato lingerie attenta all'ambiente e alle persone, infatti tutti i materiali che utilizzano sono certificati OEKO-TEX® e sono quindi realizzati con fibre e coloranti biocompatibili, e pizzo riciclato.

3) Proteggiti con contraccettivi eco-friendly

Come facilmente presumibile, il profilattico è il prodotto usa e getta più utilizzato: è l’unico metodo contraccettivo efficace per proteggere dalle malattie sessualmente trasmissibili e ha anche il vantaggio di non influire sull'equilibrio del corpo come le sue controparti ormonali. Sottolineando sempre l'importanza dell'uso del profilattico per la salvaguardia della salute sessuale e delle proprie scelte di vita, in termini di salute ambientale, d'altra parte, le tempistiche di biodegradazione dei preservativi superano i trent'anni e molti condom contengono sostanze chimiche dannose per l’ecosistema.

Per scegliere un'opzione più rispettosa del Pianeta (e delle persone!) ti consiglio di optare per i preservativi Fair Squared, realizzati in gomma naturale ottenuta da commercio equo solidale, certificati Fair Trade e vegani. La loro sicurezza è testata e pari a quella di qualsiasi altro condom presente sul mercato.

Una cosa importante: una volta usato il preservativo (di qualunque tipo sia) ricordati di smaltirlo correttamente - cioè attraverso la raccolta differenziata e non le tubature idriche.

4) Crea l’atmosfera giusta a impatto zero

Per creare l'atmosfera giusta e risparmiare energia, spegni le luci e affidati al delicato lume delle candele, scelte in modo attento e consapevole.

Esistono infatti candele sostenibili e vegane, prive di paraffina e composte da oli naturali. Ti consiglio la candela per massaggi di Fair Squared, certificata Fair Trade e vegana: è infatti realizzata con olio di cocco e burro di karitè coltivati in modo sostenibile. 

5) Accarezzati con gel lubrificanti sostenibili

Un gel per massaggi naturale e solubile in acqua, da utilizzare anche come lubrificante intimo, è perfetto per condividere rilassanti attimi di piacere con il partner.

Ti consiglio il lubrificante di Fair Squared, un gel a base d’acqua certificato Fair Trade, garanzia del rispetto di standard ambientali e sociali e di un’equa retribuzione per i produttori.

Naturalmente compatibile con preservativi e sex toys.

(+1) E la sostenibilità personale dove la mettiamo?

Non siamo però giunti alla fine! Se nel titolo dell’articolo hai letto “(+1)” è perché c’è effettivamente un ultimo consiglio che voglio darti, perché sostenibilità significa anche sapersi prendere cura dei propri desideri, emozioni, pensieri. Entrare in contatto con un Sé più autentico, in uno spazio libero da tabù e pregiudizi.

Ecco perché ti consiglio di visitare la sezione “Libri” in questo sito, dove troverai molte letture che parlano di sessualità, anatomia, desiderio, piacere, psicologia, inclusività, identità di genere, orientamento sessuale, porno etico e femminista, e come vivere tutto questo con consapevolezza e libertà di scelta.

Ricordati che educarsi è il primo modo per conoscersi e viversi al meglio, soprattutto nella sfera dell’intimità. La sostenibilità riguarda anche le persone, oltre che il Pianeta in cui viviamo, e non può esistere se questi due mondi non comunicano tra loro, trovando un equilibrato benessere condiviso.



Questo articolo è stato scritto da Greta Volpi, divulgatrice sul tema della sostenibilità e dell'inclusione, ed esperta di marketing e comunicazione.