Guida alla scelta dei sex toys

Dec 11, 21

Guida alla scelta dei sex toys

I sex toys sono oggetti che vengono utilizzati per la stimolazione erotica, studiati e confezionati in modo da risultare accattivanti. Questa espressione inglese racchiude al suo interno un gruppo di strumenti per il piacere molto vari, che possono essere utilizzati da persone di qualsiasi genere, singolarmente o in coppia. Ancora oggi sono considerati in parte un tabù o un argomento del quale è meglio non parlare. Ma quali elementi vanno considerati prima di acquistare un sex toy?

Cosa sono i sex toys e come usarli?

I sex toys, come accennato, sono degli strumenti, degli oggetti che possono essere utilizzati per regalarsi momenti di relax e piacere. Al di là della finalità puramente pratica, non bisogna dimenticare le implicazioni psicologiche e i risvolti emotivi legati al loro utilizzo.
 
Non dimentichiamo che i sex toys sono, prima di tutto, uno strumento di empowerment e di emancipazione. Quando si compra un accessorio per il piacere – a prescindere dallo scopo per cui viene acquistato e da chi – si viene immediatamente pervasi da una sensazione di ritrovata libertà. L’aura di mistero che avvolge da sempre la sfera della sessualità e soprattutto dell’autoerotismo porta molte persone a provare disagio all’idea di acquistare un prodotto del genere; allo stesso tempo, quando si abbatte questo muro fatto di pregiudizi, preconcetti e mancata conoscenza, ci si sente subito più liberi.
 
Per altro, i sex toys sono anche strumenti preziosi quando si tratta di ridurre il cosiddetto orgasm gap”, ossia le differenze nella frequenza con cui persone vulvo-dotate e pene-dotate riescono a raggiungere l'orgasmo durante il rapporto sessuale. Da questo punto di vista, le statistiche parlano chiaro: quando si tratta di coppie eterosessuali, poco più del 30% delle donne riesce a raggiungere l'orgasmo con penetrazione, contro il 95% degli uomini. Ecco, quindi, che l’utilizzo di sex toys si rivela uno strumento efficace per poter riequilibrare i rapporti nella coppia.
 
Inoltre, i sex toys possono essere un mezzo per imparare a conoscere il proprio corpo e le proprie preferenze sessuali. Costituiscono un’occasione per potersi confrontare con se stessi, scoprire quali zone e con quali modalità il proprio piacere trova massima espressione. La conoscenza di sé, soprattutto dal punto di vista sessuale, è un percorso lungo che richiede tempo e pazienza: non bisogna farsi prendere dalla fretta, ma al contrario rispettare il proprio tempo e concedere al proprio corpo di rispondere liberamente a tutti gli stimoli che gli vengono proposti… anche con l’aiuto dei sex toys!
 
I sex toys possono essere utilizzati in diversi contesti e da diversi “protagonisti”:

  • singolarmente: l’autoerotismo ha una componente istintuale molto forte, ma anche una di sperimentazione che può essere coltivata solo acquisendo la giusta intimità con il proprio corpo. La masturbazione, per qualunque individuo, può trovare nuovi piacevoli risvolti con l’utilizzo di oggetti per il piacere: non aver timore di scegliere uno strumento diverso in base alle tue preferenze.
  • in coppia: l’acquisto di un sex toys può essere l’occasione per dare nuove forme al rapporto di coppia, introducendo nuovi strumenti di piacere e modalità espressive. La sperimentazione sessuale – nelle coppie eterosessuali come in quelle omosessuali, in quelle consolidate come in quelle che si sono formate di recente – è un elemento importante per rinnovare nel tempo l’interesse verso il partner e alimentare l’attrazione fisica e il legame emotivo-affettivo.

 
Oltre al contesto nel quale vengono utilizzati e alle persone che li utilizzano, è opportuno ricordare i benefici fisici e psicologici che l’utilizzo dei sex toys assicura. La sperimentazione del piacere, così come il raggiungimento dell’orgasmo, comportano, dal punto di vista biologico, una vera e propria reazione a catena di ormoni (tra cui le endorfine) e neurotrasmettitori (tra cui dopamina e ossitocina) che contribuiscono ad una generale sensazione di benessere, appagamento e vicinanza emotiva.

Cosa considerare prima di comprare un sex toys?

Una volta compresi i benefici di cui si può godere con i sex toys, è importante tenere presente alcuni fattori da considerare prima di comprare questi oggetti:

  • materiale: sono da evitare i sex toys con ftalati (che, fortunatamente, sono sempre meno presenti in commercio, grazie a nuove normative di regolamentazione); i migliori sono attualmente quelli in silicone medicale e, dove possibile, composti da materiali sostenibili. Scegliendo prodotti sostenibili non solo si riduce il proprio impatto ambientale, ma si riducono anche alcuni fastidi che potrebbero essere causati dal contatto con la pelle. I sex toys che sono destinati alle zone più sensibili del corpo dovrebbero essere realizzati unicamente con materiali riciclabili e sicuri (es: pietra e bioplastica a base vegetale) o da silicone anallergico e atossico. La sostenibilità di un sex toy può essere potenziata anche dall’utilizzo di batterie ricaricabili, al posto delle pile usa e getta che sono ancora oggi molto diffuse.
  • chi lo utilizza: i sex toys possono assumere forme diverse a seconda che debbano essere utilizzati da una persona singola o da una coppia, e in base alla composizione della coppia. Puoi acquistare i sex toys unisex che si adattano a tutte le tipologie di coppia o preferire sex toys clitoridei adatti ad un’utenza prettamente vulvo-dotata. Da non dimenticare la possibilità di acquistare un vibratore con telecomando a distanza o un vibratore da dito che permette di rendere più pepato un incontro con il proprio partner.
  • dove lo si utilizza: in base alla parte del tuo corpo o di quello del partner che desideri stimolare si possono scegliere diverse tipologie di vibratori. Ad esempio, se ci si vuole dedicare soprattutto alla clitoride è preferibile acquistare un vibratore clitorideo (noto anche come succhiaclitoride) che, grazie alle sue onde avvolgenti, può donare una sensazione di piacere intenso e multisfaccettato.
  • con o senza vibrazione: in base alla confidenza che si ha con il proprio partner e all’intimità che si è acquisita con il proprio corpo è possibile scegliere tra i modelli con o senza vibrazione. Bisogna ricordare che comunque la maggior parte dei vibratori offrono la possibilità di regolare l’intensità della vibrazione in base alle proprie preferenze.


Tutte le tipologie di vibratori

Una volta considerate le specifiche che abbiamo analizzato sopra, bisogna conoscere le principali tipologie di vibratori a disposizione sul mercato:

  • Vibratore classico: è il vibratore più classico, utilizzato principalmente dalle persone vulvo-dotate; ha una forma usualmente fallica, con un motore interno e tasti di spegnimento/accensione e regolazione dell’intensità. Sebbene sia possibile individuare una linea di vibratori classici dall’aspetto molto “realistico”, vengono apprezzati soprattutto quelli dalle forme più lisce e di design. La versatilità di questo modello, unito alla diffusione, lo rendono un buon prodotto per chi non si è mai avvicinato al mondo dell’autoerotismo o dell’erotismo di coppia.
  • Vibratore clitorideo: a differenza della maggior parte dei sex toys, il vibratore clitorideo si caratterizza per il suo utilizzo esterno, con focus sulla clitoride. Dal punto di vista tecnico non è nemmeno corretto chiamarlo vibratore, in quanto produce una stimolazione che viene manifestata sotto forma di pulsazioni soniche, sfruttando quindi l'aria e il suo movimento: proprio per questo si parla di succhiaclitoride.
  • Sex toys anali: come suggerisce il nome stesso, questa tipologia di sex toys è dedicata alla stimolazione anale. Acquistare questo genere di prodotto presuppone una maggiore confidenza con il proprio corpo o un grado di buona intimità con il proprio partner: non lasciare però che il tuo desiderio di sperimentazione venga inibito. Bisogna considerare anche che ci sono dei sex toys (es: i plug anali) che permettono di prepararsi fisicamente e mentalmente ad una penetrazione anale in modo graduale e delicato.
  • Vibratori bullet: si distinguono per le loro dimensioni ridotte rispetto ai classici vibratori. Proprio per la loro forma che richiama quella di un proiettile, possono essere facilmente trasportati durante i viaggi. I vibratori bullet possono essere utilizzati per una stimolazione interna della vagina oppure per quella esterna della clitoride.
  • Vibratore rabbit: si tratta di un sex toy che, a differenza del classico dildo, pensato per una stimolazione doppia e multisensoriale. Le “orecchiette” del coniglio, che danno il nome a questa tipologia di strumento, permettono infatti di sollecitare diverse zone erogene contemporaneamente. I vibratori rabbit vengono quindi utilizzati per chi apprezza una stimolazione vaginale e clitoridea.

 
È opportuno sottolineare l’importanza dell’utilizzo dei lubrificanti, a prescindere dalla tipologia di vibratore o sex toy che viene utilizzato. I gel – preferibilmente realizzati con ingredienti sostenibili e sicuri, e dalle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti – possono non solo costituire un momento di piacevole intimità con se stessi o con il proprio partner, ma svolgono anche una funzione pratica molto importante: massaggiando il lubrificante sulla zona alla quale si vuole dedicare un momento di piacere, è possibile favorirne il rilassamento e donare sensazioni molto piacevoli.

A ognuno il suo sex toys

Dopo questa panoramica sui sex toys, le principali tipologie e i loro utilizzi, è importante tenere presente che non esiste uno strumento giusto e uno sbagliato. Il corpo di ciascuno di noi è unico, rispecchia e risponde a preferenze, desideri, fantasie e pulsioni che sono del tutto personali.
Di conseguenza è ideale sperimentare, senza pregiudizi o cercando di liberarsi dai tanti tabù: l’espressione della propria sessualità e la scoperta del proprio corpo è un viaggio che può essere intrapreso singolarmente (come avviene nel caso dell’autoerotismo) o con il proprio partner.