Guida alla scelta e all’uso consapevole dei sex toys

Dec 13, 22

Guida alla scelta e all’uso consapevole dei sex toys

Il benessere sessuale è la chiave per una vita sana e appagante. Conoscere il proprio corpo, i propri desideri è fondamentale per vivere conconsapevolezza e libertà la propria intimità, e scoprirsi attraverso i sex toys può essere un ottimo modo per iniziare questo percorso. 

Ma come si fa a scegliere il sex toy giusto per sé? Ci sono fattori molto importanti da tenere in considerazione che possono aiutare nella scelta, ma è necessario non avere fretta e prendersi il proprio tempo così da evitare errori e non imbattersi in un acquisto impulsivo e magari non adatto a noi, al nostro corpo, ai nostri reali bisogni.

Destinatariə

La prima domanda da porsi è: a chi è destinato il sex toy?Sarà dedicato a un uso personale per esplorare in solitaria nuovi lati della propria intimità(ricordiamoci che l’autoerotismo può aiutare molto ad acquisire sicurezza in se stessə) oppure verrà utilizzato all’interno della propria relazione per cercare nuove stimolazioni e spunti erotici? Qualunque sia il vostro caso, vi riportiamo una guida essenziale per una scelta sicura.

Stimolazione e forma

Esistono numerose tipologie di sex toys con differenti tipi di stimolazione:

  • Stimolatori ad aria o a onde soniche, dedicati esclusivamente alla stimolazione del clitoride. Le onde soniche creano un effetto di leggero e piacevole risucchio, molto simile a quello che si sperimenta con il sesso orale. Lo stesso vibratore che permette la stimolazione ad aria, può avere altre parti dedicate alla vagina, alle labbra, al corpo, attraverso una stimolazione vibratoria.

  • Stimolatori clitoridei a vibrazione, sempre dedicati alla stimolazione del clitoride, ma attraverso vibrazioni che vengono emesse da una parte più piccola sulla punta, singola o doppia (che ricorda la forma delle orecchie di coniglio).

  • Rabbit con doppia stimolazione, per chi desidera stimolare contemporaneamente il clitoride e la parte interna della vagina, in particolar modo nella zona CUV (punto G).

  • Dildo per punto G, per chi preferisce avere un maggior controllo sulla stimolazione e possiede già un po’ di manualità ed esperienza. Ne esistono di diversi materiali in base alle preferenze: dal vetro (che permette giochi di temperature), alla ceramica, alla pietra, fino al più comune e morbido silicone.

  • Vibratori per punto G, stesso concetto dei dildo per punto G, ma con l’aggiunta della vibrazione, che permette una stimolazione più intensa e di differente natura. In questo caso, sono tendenzialmente in silicone medicale.

  • Vibratori bullet, per chi desidera un oggetto discreto, dalle piccole dimensioni, che può essere portato in borsa e in viaggio facilmente, dalla vibrazione intensa e coinvolgente. È adatto ad ogni zona erogena del corpo, fatta eccezione per la stimolazione anale.

  • Stimolatori della prostata, progettati per stimolare la zona anale, perineale e la prostata con forme e vibrazioni su misura per quelle aree di piacere.

  • Plug e vibratori anali, per chi vuole esplorare e godere del piacere anale. I set di allenamento anale sono progettati apposta per chi si approccia per le prime volte alla stimolazione anale e necessità di gradualità nella penetrazione, per permettere alla zona di adattarsi e godere di un maggior piacere, evitando dolore e lesioni. Necessario l’uso abbondante di lubrificante adatto all’anale.

  • Anelli fallici vibranti e anelli per il pene statici, pensati per intensificare il piacere del pene e delle aree vicine, come testicoli e zona perineale. Possono essere sia vibranti che non, a seconda delle preferenze e della manualità che si possiede.

  • Masturbatori manuali o vibranti per il pene, per chi desidera dedicarsi con intensità al piacere del pene. Sono progettati per replicare un effetto simile a quello della penetrazione in vagina o del sesso orale in base alle forme e alla presenza o meno della vibrazione ad aria.

  • Vibratori di coppia telecomandati con doppia stimolazione, sono pensati per stimolare contemporaneamente la vagina e il clitoride, e sono controllabili a distanza attraverso l’uso di un telecomando. Sono particolarmente apprezzati dalle coppie che vogliono sperimentare la sessualità a distanza e aggiungere un po’ di pepe a situazioni ordinarie.

  • Ovetti vibranti, simili ai vibratori per coppia telecomandati, anche in questo caso sono controllabili a distanza attraverso l’uso di un telecomando. La differenza sta nella tipologia di stimolazione che nel caso degli ovetti vibranti è esclusivamente interna alla vagina.

  • Vibratori da dito, sono progettati per stimolare il clitoride o le zone erogene esterne, come le labbra della vulva, i capezzoli, i testicoli, etc. Si possono facilmente legare alle dita della mano per mantenere una presa salda durante la masturbazione propria o altrui. Sono molto apprezzati dalle coppie che li introducono nei propri rapporti sessuali per aggiungere la stimolazione esterna a quella penetrativa.

  • Vibromassaggiatori “wand, pensati inizialmente come massaggiatori per l’intero corpo, presto sono stati scoperti per le loro potenzialità sul fronte del piacere intimo. Sono quindi progettati per la stimolazione vibratoria esterna del clitoride, della vulva, dei testicoli, del perineo, delle zone erogene esterne.

Ciò che è importante fare prima di acquistare un sex toy è focalizzarci su cosa vogliamo, cosa ci piace, cosa desideriamo realmente: vogliamo scoprire nuovi modi di provare piacere? Vogliamo semplicemente stimolare con differenti modalità e intensità zone del nostro corpo che conosciamo già bene? O, perché no, desideriamo entrambe queste opzioni?

Questa è naturalmente una scelta personale e non dovrebbe in alcun modo essere influenzata da opinioni esterne, dal momento che ognunə vive la propria sessualità in modo differente ed è liberə di esprimersi come preferisce, nel rispetto dei bisogni propri e altrui.

Per stuzzicare il piacere di coppia, per esempio, si può pensare di optare per sex toys versatili che vadano a stimolare differenti zone del corpo come un vibratore anale adatto anche alla stimolazione del punto G(facendo naturalmente sempre attenzione a pulire e disinfettare con un detergente apposito il toy prima di passare da una zona all’altra!) oppure un vibratore e stimolatore clitorideo flessibile

Non meno importante è la forma del nostro intimo amico: spesso ci si spaventa di fronte a immagini di dildo e vibratori perché si pensa che possano essere troppo grandi per il loro scopo, ma è importante ricordare che le foto possono trarre in inganno e, in realtà, ogni sex toy ha una formaprogettata appositamente per il tipo di stimolazione desiderata e si adatta quindi a tutte le esigenze.

Materiali

Uno degli aspetti fondamentali da tenere in considerazione prima di acquistare e utilizzare un oggetto erotico riguarda i materiali da cui sono composti i nostri sex toys. Questi, infatti, devono essere certificati come sicuri per il corpo, in quanto destinati al contatto con le nostre zone intime più delicate. Ne esistono davvero moltissimi, tra cui i più comuni sono silicone, acciaio, vetro borosilicato, ceramica, pietra, TPE, PVC. I materiali più sicuri sono quelli dermocompatibili e privi di ftalati come silicone, vetro e acciaio, molto semplici da pulire e privi di sostanze tossiche. Il vetro e l’acciaio sono materiali interessanti anche perché possono essere riscaldati o raffreddati e quindi si può giocare con differenti tipi di sensazioni, mentre il silicone è il materiale in assoluto più utilizzato, perché estremamente morbido e piacevole al tatto, adattabile al corpo e simile alla sensazione che dà il contatto con la pelle. Esistono inoltre materiali innovativi come il Biofeel, una bioplastica vegetale che deriva da risorse rinnovabili, opzione apprezzabile per diminuire il proprio impatto sull’ambiente.

Qualsiasi materiale venga scelto, ricordiamoci che con qualunque sex toy è fondamentale utilizzare il lubrificante, preferibilmente naturale e a base d’acqua poiché i lubrificanti in silicone non sono compatibili con i sex toys in silicone e a lungo andare potrebbero rovinarli. 

Un altro aspetto importante riguarda la pulizia dei nostri amici intimi: possiamo utilizzare il classico sapone neutro insieme ad acqua tiepida, ma per una detersione ancora più efficace e profonda, consigliamo un detergente apposito soprattutto per quei sex toys che possono essere utilizzati per la stimolazione di differenti aree (es. anale e vaginale)

Provenienza

Un’altra regola base da seguire per una scelta ottimale riguarda la provenienza dei sex toys. È necessario controllare sempre l’etichetta e assicurarsi che sia riportato il marchio CE, garanzia del fatto che il sex toy è stato prodotto in Europa, dove gli standard di sicurezza sono decisamente più alti rispetto ad altri Paesi extra europei. 

Per quanto riguarda l’azienda produttrice, sapere che un sex toy arriva da un brand molto famoso e recensito può senza dubbio rassicurarci, ma non è detto che anche le piccole aziende non possano essere altrettanto valide e attente alle esigenze di tuttə.

Alla scoperta dei propri desideri...

Ora che abbiamo analizzato insieme gli aspetti più importanti, ti senti un po’ più prontə per scegliere un sex toy adatto alle tue esigenze? 

Intraprendere questo percorso è una scelta totalmente personale, che va presa con consapevolezza e soprattutto senza pressioni esterne, poiché ognuno vive in modo differente la propria intimità e ogni esperienza non è mai uguale ad un’altra

Se senti di voler sperimentare qualcosa di nuovo, ma ti senti ancora disorientatə e indecisə nella scelta, puoi farti guidare dallə nostrə consulenti psicosessuologhə: ti potranno aiutare a scegliere i sex toys e accessori più giusti per te!